La Sicilia dell'eta della pietra: Pantalica! - Terra Surti
51034
post-template-default,single,single-post,postid-51034,single-format-standard,edgt-core-1.3.1,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,vigor child-child-ver-1.0.1,vigor-ver-3.0.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.2,vc_responsive

La Sicilia dell’eta della pietra: Pantalica!

La Sicilia dell’eta della pietra: Pantalica!

Periodo: da marzo in poi

Pantalica è una riserva naturale di suggestivo fascino, costituita da oltre 5000 grotte scavate nelle pareti a strapiombo dei canyon formati dai fiumi Anapo e Calcinara. Una immensa civiltà rupestre preistorica (la più estesa d’Europa), che segna il passaggio dall’età del bronzo all’età del ferro nell’isola. Una necropoli, ma ancora prima una fortezza naturale, abitata tra i 50.000-70.000 anni fa dai primi Homo Sapiens e successivamente dall’uomo del Paleolitico e del Neolitico. Nell’anno 2005, l’Unesco ha dichiarato la necropoli rupestre di Pantalica: Patrimonio dell’umanità! Un percorso modulabile, che va dai 2 ai 10 km (tempi di percorrenza: da 2 a 5 ore).

No Comments

Post a Comment